La scelta del Biologico

Il Bosco Verde dispone di una mensa interna biologica e certificata.

In età scolare s’impostano e si consolidano le abitudini alimentari ed è proprio in questa fase della vita che si deve porre grande attenzione per sviluppare uno stile alimentare salutare che permanga nell’età adulta.

I cambiamenti degli stili di vita e dei ritmi lavorativi all’interno della famiglia, la tendenza ad imitare i modelli comportamentali dei coetanei, i messaggi diffusi dai mass media sono tutti fattori che hanno determinato grandi modificazioni nei comportamenti alimentari, con la diffusione, spesso, tra i bambini di un’alimentazione scorretta caratterizzata da un eccessivo introito di calorie, di proteine d’origine animale e grassi saturi e da uno scarso apporto di glicidi complessi, fibra, vitamine e sali minerali.

Le basi delle abitudini alimentari si costruiscono in ambito familiare: la scuola, anche attraverso la mensa scolastica, assume un ruolo preventivo in quanto interviene già in età precoce, agisce su un numero di molto vasto di utenti in età evolutiva, idirizza verso scelte alimentari equilibrate e qualitativamente varie.

Le “Linee Guida per una sana alimentazione italiana” elaborate dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (consultabili sul sito internet www.iran.it) ribadiscono la necessità di incoraggiare i bambini e i 

ragazzi a consumare un’ampia varietà di cibi che assicurino la giusta quantità di  proteine, di vitamine e di sali minerali.

Obiettivo primario della ristorazione scolastica è garantire col pasto in mensa qualità nutrizionale, fruibilità dei nutrienti e sicurezza igienico-sanitaria, in una cornice di gradevolezza sensoriale. Sinergie fra le istituzioni e i genitori possono essere profondamente proficue in un’ottica di promozione alla salute. A scuola i bambini imparano a stare a tavola, a mangiare ciò che hanno nel piatto senza sprechi e ad apprezzare sapori nuovi e diversi.

Il Bosco Verde nella valutazione della qualità dell’offerta dei prodotti biologici ha dato priorità agli alimenti a filiera corta per esempio l’impiego di prodotti ortofrutticoli freschi secondo stagionalità che arrivano in cucina con pochi passaggi commerciali; introduzione di spuntino a metà mattina (frutta), utilizzo di prodotti alimentari biologici a ridotto impatto ambientale, prodotti del mercato equo e solidale per alimenti non reperibili nel mercato locale ed inoltre anche per i prodotti non alimentari stoviglie, piatti e utilizzo di detersivi si privilegiano i materiali riutilizzabili e biodegradabili.

Un’attenzione particolare riguarda la sostituzione di alimenti correlata a ragioni etico-religiose o culturali che non richiedono certificazione medica, ma la semplice richiesta dei genitori così come le diete speciali che riguardano intolleranze e allergie (latte, uovo, ecc.).

SelectionFile type iconFile nameDescriptionSizeRevisionTimeUser
Ċ
Visualizza Scarica
  103 k v. 1 02 ago 2016, 02:29 Cooperativa Bosco Verde
Ċ
Visualizza Scarica
  17 k v. 1 02 ago 2016, 02:30 Cooperativa Bosco Verde
Ċ
Visualizza Scarica
  18 k v. 1 02 ago 2016, 02:30 Cooperativa Bosco Verde
Comments